Sono sempre più gli italiani che acquistano online. Le motivazioni sono le più disparate: la mancanza di tempo, la convenienza, la possibilità di acquistare in qualsiasi posto e a qualsiasi ora. Una delle differenze più grandi tra il negozio fisico e quello digitale è però la componente di fiducia. Su un sito e-commerce è difficile sapere chi c’è dietro, e la componente personale si traduce in un rapporto con la piattaforma. Sono in tanti ad interrogarsi su come conquistare la fiducia del cliente, che deve basarsi su dati oggettivi per immettere i propri dati relativi alla carta di credito. Il moltiplicarsi di truffe online provoca anche un certo scetticismo, che è possibile fugare attraverso quattro semplici mosse.

L’autorevolezza non sbaglia mai, anche nel mondo e-commerce

Più si è grandi, più si è autorevoli, più è difficile “mentire” sulla propria identità digitale e sul proprio passato. L’affidabilità, di conseguenza, spesso va di pari passo con l’autorevolezza. È difficile pensare ai grandi colossi della galassia e-commerce come Amazon come sinonimo di mancanza di affidabilità. Fidarsi dei più grandi può costituire un grande passo per convincere anche i più scettici dei vantaggio dell’acquisto digitale.

Il reso: servizio alla clientela, tra cortesia e senso del dovere

Sembra un servizio scontato, un’opzione che non fa la differenza. Il reso è invece un sintomo di molteplici condizioni favorevoli per il cliente. Un e-commerce che consente di restituire merce difettosa o non conforme a quanto ordinato abbina il massimo grado di cortesia nei confronti di chi acquista, non dimenticando un patto di fiducia non scritto tra chi paga e chi invia la merce. Non si tratta quindi di un semplice servizio “dovuto” alla clientela, ma di un atto doveroso che è anche visto in maniera positiva dagli utenti digitali.

LEGGI ANCHE  Vodafone avvia le sperimentazioni per il 5g, la connettività che cambierà il mondo

Molteplici metodi di pagamento, più sicurezza

Un dato che conoscono i più esperti. Se un sito internet consente molteplici metodi di pagamento, vuol dire che deve fronteggiare più opzioni di tracciamento della transazione. Ed è per questo che il numero di opzioni di pagamento è inversamente proporzionale alla mancanza di sicurezza. Per un sito che vanta numerosi tracciamenti diventa decisamente più complicato esporre i propri clienti ad una truffa, perché si esporrebbe ad una serie infinita di azioni legali.

Word of mouth, il passaparola reale o digitale

Caro, vecchio passaparola. Che sia verbale o digitale, l’opinione altrui conta ancora tanto. Forum e blog proliferano, le recensioni provengono da ogni parte del mondo, tanto da attivare anche la “macchina” delle false opinioni – habitat “preferito” dei bot – e quella che agisce nella certificazione delle veridicità dei feedback. In ogni caso, quello che oltremanica chiamano Word of mouth è un fattore davvero decisivo nella scelta di un prodotto e di un determinato e-commerce. Se qualcun altro ha già acquistato da un determinato sito, si “investe” a cuore più leggero, in quel “sano” mix tra spirito di emulazione, curiosità e voglia di digitalizzazione.