La tecnologia non si ferma mai. E invade ogni ambito della nostra vita. Se pensate infatti che le innovazioni tecnologiche siano qualcosa di confinato a fabbriche, laboratori, astronavi o trasporti state sbagliando di grosso. Perché le ultime novità della tecnologia entreranno anche in casa nostra, senza che noi ce ne accorgiamo.

L’ultima frontiera della tecnologia in casa, ad esempio, è quella delle pavimentazioni high tech: una scelta particolare e innovativa in ogni abitazione, che permettono ai compratori di unire bellezza, eleganza a prestazioni energetiche superiori. Vediamo come.

LA FORZA DELL’HIGH TECH

Particolarità di questi pavimenti è la ceramica ultramoderna in cui vengono realizzati. Grazie all’azione sinergica di aria, luce e umidità, riescono infatti a trasformarsi in un materiale fotocatalitico. Che permette di utilizzare i pavimenti in diverse funzioni:

1 Riduce l’inquinamento
In presenza della luce, infatti, le particelle inquinanti più volatili sono trasformate in sostanze innocue, con particolare riguardo a formaldeide e ossido d’azoto, scelti come molecole di riferimento.

2 Uccide i batteri della casa
Le radiazioni luminose sono in grado di eliminare fino al 99% degli agenti infettanti, tra cui Staphylococcus aureus ed Escherichia coli. Una novità particolarmente utile per le famiglie con bambini piccoli o neonati.

3 Contrasta gli odori
La proprietà fotocatalitica degrada le emanazioni gassose che emettono cattivo odore.

4 Si puliscono da soli
I pavimenti high tech sfruttano l’idrofila dei materiali superficiali per respingere lo sporco, che non riesce ad attaccare sulla ceramica. Sono così self-cleaning: si puliscono unicamente con acqua e sapone neutro, senza impiego di detergenti chimici.

SUPERFICI AMICHE DELL’AMBIENTE

Le ceramiche high tech sono anche in grado di respingere lo smog, contribuendo a rendere più pulita l’aria, e grazie alle pavimentazioni e ai rivestimenti ecosostenibili, garantiscono un assoluto rispetto dell’ecosistema.

LEGGI ANCHE  Timerepublik: la (prima) più famosa banca del tempo mondiale

Questi pavimenti sono messi in posa da professionisti particolari, con notevole esperienza nel settore, capaci di maneggiare in particolar modo il laminato high tech: un materiale molto versatile che riproduce fedelmente l’aspetto del parquet in legno e che può venire posato in ogni ambiente della casa, anche in cucina e nelle stanze da bagno.

Una superficie che è anche isolante, ha un’alta trasmissione termica, ha un aspetto caldo e naturale, che può essere simile alla sabbia, alla cenere o alla lava. Per crearli si usano particolari incisioni cromatiche a laser, idrogetto o monocalibro.

Certo, le cifre del loro costo non sono bassissime, ma potranno essere ammortizzate col tempo e, soprattutto, scalate dalle tasse in caso di aziende o attività commerciali. Oggi sono un lusso ma domani saranno certamente la quotidianità.